L’Aquila e la Lupa

aquilaelupaSiamo più abituati a leggere di sale cinematografiche che chiudono per mancanza di pubblico e talvolta di spazi che invece vorrebbero riaprire.
La vicenda del Cinema Nuovo Aquila si presenta invece con un pasticcio burocratico/procedurale che poco ha a che fare con le frequenti questioni di “salvaguardia culturale” che animano il dibattito romano. Un dibattito che a dire il vero ha perso molta della vivacità e della concretezza che dovrebbero invece caratterizzarlo, ma si sa, Roma è da anni vittima delle emergenze e dell’eventismo che fungono da tappo per ogni anelito di più ambiziosa ampiezza.
Senza entrare nel nodo regolamentare che ci riguarda davvero poco, non si può sorvolare sull’intempestività dell’Assessore Marinelli che dai suoi uffici lancia un’improvvisa saetta verso un luogo divenuto simbolo per cineasti e cinefili romani. Di nuovo ci sembra che l’Assessora, nominata circa un anno fa, voglia cavalcare la Lupa culturale romana in modo estraneo rispetto alle dinamiche e agli equilibri esistenti. Non che questi assetti siano motivo di armonia né tanto meno di convivenze feconde (non si legga connivenze) in seno alla Città, ma di certo inserire brusche iniziative senza mostrare al tempo stesso una visione complessiva coerente ed efficace del sistema cultura, non farà altro che aggiungere confusione al caos già conclamato.
Si preannuncia una rilevante mobilitazione che se da una parte risponde a una di quelle ordinarie consuetudini che durano il tempo di un weekend e mille “mipiace” sui social network, è altrettanto indubbio che scaverà un’ulteriore solco di incomunicabilità e contrasto tra operatori e cittadini da una parte e Istituzioni/Assessorato alla Cultura dall’altra.
Se Giovanna Marinelli, come appare evidente, vuole privilegiare soprattutto i grandi gestori e i luoghi imponenti della Capitale, come si inserisce questa iniziativa, nel caso fosse frutto di una particolare strategia?
Se l’obiettivo fosse quello di voler favorire le centralità, appare strano che un elemento simbolico come il Cinema Aquila, che è di fatto una centralità, possa diventare bersaglio di un attacco istituzionale. Che sia questa la riflessione da cui emerge il deficit progettuale e la contraddizione perenne in cui si affoga a Roma?
Centralità e simboli sono diventati un paravento double face. Agiscono a vantaggio delle classi dirigenti perché offrono loro una via d’uscita semplice e immediata per farsi propaganda, e nello stesso tempo garantiscono alle varie congregazioni di stabilirci le loro basi permanenti o occasionali nelle quali ottenere visibilità e assicurarsi, qualche volta, potere contrattuale.
Questi spazi sono purtroppo e fatalmente isole in un deserto istituito nel vuoto di proposte a medio e lungo termine. Mancano i percorsi collettivi che sarebbero invece indispensabili per il rilancio culturale romano.
Prese di posizioni, mobilitazioni e conflitti di facciata serviranno a poco finchè non arriveremo a una proposta complessiva in grado di dare impulso e significato all’offerta non solo cinematografica realizzata a Roma.
Da questo punto di vista fa un po’ dispiacere vedere che si scade ancora sulla minaccia dell’occupazione e sullo spauracchio dello scontro (molto borghese) basato sulla recriminazione tout court.
Certo è che se esistessero figure politiche e istituzionali capaci di tracciare una linea rispetto al passato e indicare un indirizzo di spessore, molti dei malintesi, emersi anche ieri in sala, verrebbero spazzati via in pochi secondi.
Ancora una volta, questo Assessore e il suo staff non sembrano andare in quella direzione e Roma potrebbe perdere gli ultimi treni per costruire i presupposti del suo rilancio culturale.

SteP
8 maggio 2015

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...