Anticipazioni sulla 35esima edizione del Fanta Festival

bc0b41dc179bcb9cfbae004d64deb03c_XLSi avvicina la 35esima edizione del Fantafestival dedicato al cinema fantastico (fantascienza, horror,fantasy e generi affini), la cui programmazione si concentrerà dal 22 al 29 giugno al Multisala Barberini di Roma.
L’organizzazione del festival conferma che quest’anno buona parte della programmazione si concentrerà dal 22 al 29 giugno al Multisala Barberini, con tante anteprime, retrospettive, incontri, dibattiti e sezioni competitive, con il solito occhio di riguardo nei confronti del cinema indipendente italiano e dei suoi giovani autori. Ma anche quest’anno non sarà che l’inizio di una Fantaestate che durerà sino a settembre, con proposte che verranno decentrate nelle periferie romane, attraverso la collaborazione con i Centri culturali e le biblioteche di Roma Capitale.Tra i titoli in Concorso per il Miglior Lungometraggio Straniero: l’horror demoniaco spagnolo Asmodexia, esordio nel lungometraggio di Marc Carreté, sorta di road movie dell’esorcismo che gioca le sue carte su diversi piani narrativi; Landmine del georgiano Levan Bakhia, alle prese con un racconto di sopruso e vendetta; il canadese Backcountrydi Adam MacDonald, disavventura ai limiti dell’horror per due campeggiatori che hanno perso la strada, una vacanza in mezzo alla natura che si trasforma in una selvaggia lotta per la sopravvivenza.
Tra i titoli italiani in Concorso per il Miglior Lungometraggio Italiano: le anteprime Index Zero di Lorenzo Sportiello, che segna il ritorno della fantascienza Made in Italy, distopia di un futuro che parla di presente, di evoluzione della società lungo il medesimo asse sul quale poggia oggi ma nella peggiore delle direzioni; l’horror Beautiful People di Brini Amerigo, un’interminabile notte ai terrore e violenza in cui accade l’impensabile; e le opere prime (in Concorso anche per il Premio Bava) Anger of the Dead di Francesco Picone, zombie-movie dal cast internazionale co-prodotto con il Canada, e il fantasy, con inserti in animazione stop motion,Fantasticherie di un passeggiatore solitario di Paolo Gaudio, un ricettario fantastico dai toni surreali e ironici che già dal titolo richiama l’opera incompiuta del filosofo francese Jean-Jacques Rousseau.
Non mancheranno numerosi cortometraggi provenienti da tutto il mondo che concorreranno per il Miglior Cortometraggio Straniero, cortometraggi di casa nostra per il Miglior Cortometraggio Italiano e tante prestigiose collaborazioni, a partire da quella con Rai 4 (Wonderland).
Il Fantafestival nasce nel 1981, erede delle esperienze di alcuni appassionati di cinema fantastico che erano stati parte del risveglio di interesse per il genere registrato nella seconda metà degli anni ’70. In particolare il festival è diretta derivazione delle rassegne nazionali di cinema di fantascienza organizzate per il circuito “Italnoleggio” negli anni ’74-’77 e delle grandi kermesse di cinema fantastico con le quali il Cineclub Tevere di Roma connotò la propria programmazione a partire dal ’75.
Iniziato al cinema Clodio di Roma nell’ottobre del 1981 e poi passato, negli anni, come sede principale al complesso Capranica-Capranichetta, al Barberini, al Quattro Fontane e alSavoy, il festival si è sempre caratterizzato per il taglio popolare, aperto verso il grande pubblico degli appassionati. In alcune occasioni è stato esportato anche in altre grandi città italiane, con contemporanee a Milano, Ravenna, Napoli, Verona e Genova. Grazie alle numerose collaborazioni internazionali nel 1986 è tra i soci fondatori della European Fantastic Film Festivals Federation, fortemente voluta dal Fantafestival e realizzata insieme ai festival di Bruxelles, di Sitges (Spagna) e di Oporto (Portogallo).
Superati i trent’anni di attività il Fantafestival è ancora vitale e si aggiorna continuamente con le nuove tendenze e realtà del cinema fantastico.
Da non dimenticare che il Fantafestival invita a mettere alla prova la vostra creatività per realizzare lo spot per la prossima edizione del festival. Non ci sono vincoli creativi o stilistici: lo spot può essere realizzato con riperse dal vivo, in animazione, computer grafica o in qualunque altro modo vogliate. Le uniche regole da rispettare sono che la durata deve essere compresa tre i 30 secondi e i 2 minuti, e naturalmente attenersi a quello che è il cuore e l’anima del Fantafestival: il cinema fantastico (fantascienza, horror, fantasy e tutte le possibili declinazioni).
Gli spot dovranno essere inviati entro il 30 Aprile. Lo spot che verrà giudicato migliore dall’organizzazione diventerà lo spot ufficiale della trentacinquesima edizione del Fantafestival e l’autore o gli autori riceveranno un premio di 500 euro. Lo spot verrà proiettato sia durante il prossimo festival che negli spazi dei media partner del festival, che possono includere passaggi televisivi, radiofonici, o altro.

Fonte: agrpress.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...