Il caso estivo de “Le Cose Belle”, film dal vero

locandina_cosebelleQuando sembra che tutto confermi il crollo del pubblico e la resa definitiva delle sale di città, arriva l’elemento sorpresa che smentisce tutto.
Arriva da dove non te l’aspetti e nel modo non convenzionale che dovrebbe far riflettere molti soloni che ragionano al contrario.
Le Cose Belle di A. Ferrente e G. Piperno tiene duro nelle sale e continua a confermarsi un solido baluardo del cinema italiano. Con poca promozione “classica” (ma il passaparola a nostro avviso è lo strumento migliore) e in un periodo tradizionalmente ostico resta nelle sale romane e prosegue nel suo percorso. Dopo il Lux e il Madison approda anche all’Eden per continuare a sorprendere.
Un’opera che deve essere vista perché scaturisce da un “lavoro vero”, privo di fronzoli inutili e capace di raggiungere i sentimenti migliori di chi sa vivere il cinema.L’augurio è che continui a ottenere il suo meritato successo. Si tratta di una speranza che assume un rilievo ampio, perché in un momento delicato come questo, in pieno fallimento dei luoghi e dei progetti culturali romani, è la dimostrazione che esiste una dimensione di successo per le iniziative che valgono.
Continuiamo e ricominciamo ad andare al cinema: Le Cose Belle sono un’occasione da non perdere.

Le Cose Belle di A. Ferrente e G. Piperno
Cinema Eden – 16:20‎ ‎18:20‎ ‎20:20‎ ‎22:30‎
Madison – 18:50 e 20:55
Lux – 20:30 e 22:30

Foto originale locandina LCB

“Le cose belle è un ottimo cinema strappato alla realtà” (F.Pontiggia – Il Fatto Quotidiano)

“Un grande film. Un piccolo prodigio, che con quattro storie e una città, parla di tutti noi.” (F.Ferzetti – Il Messaggero)

“Un racconto appassionante” (M.Porro – Corriere della Sera)

“Imperdibile… una poesia disegnata con la realtà” (E.Genovese – Avvenire)

“Una piccola opera struggente, semplice e viva (…) un apologo universale e lucido, fatto di cose minuscole. Che fa anche molto ridere, e alla fine ti spezza il cuore” (E.Stancanelli – la Repubblica)

“Un film di assoluto rilievo sia per la scelta narrativa che per il rigore stilistico, ma soprattutto etico.” (A. Fiore – Corriere del Mezzogiorno)

“Un film poetico e coraggioso” (D. Del Pozzo – Il Mattino)

“Percorre le storie dei suoi protagonisti immediato come un documentario, intenso come un ‘opera di finzione”. (R. Escobar – L’Espresso)

“Piccolo capolavoro (…) film teatrale, plastico e irripetibile, capace di liquidare qualunque retorica su Napoli, splendore e bellezza, crimine e allegria, per riportare a una dimensione umana (…) la storia contemporanea di questa città e, per facile metonimia, di tutta l’Italia.” (C.Raimo – minima & moralia)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...